A proposito delle intercettazioni sull’Ilva di Taranto…

vendolaOrmai da tempo è diventata di dominio pubblico l’intercettazione telefonica tra Girolamo Archinà, braccio destro della famiglia Riva ed ex Capo delle relazioni esterne del gruppo Ilva, e Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia. I dialoghi della telefonata sono più eloquenti di qualsiasi possibile commento, per questo non vogliamo dilungarci troppo nel ricamare analisi. Ci limitiamo, qui, a poche note.
Al di là delle grasse risate che Vendola si fa alle spalle del giornalista locale, andando oltre quindi alla retorica della “libera informazione”, il dialogo telefonico rende ancora più esplicita, ce ne fosse stato bisogno, la dinamica dei rapporti tra padroni, politici, tecnici e sindacati, all’Ilva di Taranto, come altrove. Sbaglieremmo di grosso, però, se etichettassimo per l’ennesima volta il tutto come mala politica, confinando la vicenda a un’eterna “questione morale”. Quello che, qui, abbiamo davanti è la “normalità capitalistica”, é la trama di rapporti che costituisce l’ossatura portante della classe dominante, del suo agire e del suo dominare.
Un dominare che assoggetta l’intera società, che passa sopra a tutto e tutti (sicurezza degli operai, salute degli abitanti dei quartieri, ambiente, ecc…) in difesa del profitto e dell’interesse capitalistico collettivo.
Ma la vicenda di Taranto, e nel particolare l’intercettazione telefonica in questione, è un’importantissima lezione sull’opportunismo dei presunti “rappresentanti” dell’interesse operaio. Infatti, al di là del viscido atteggiamento del politico che rassicura l’ingegner Riva: “il Presidente non si è defilato”, è lo stesso Presidente ad ammettere, rivolgendosi ad Archinà, quello che nell’intera vicenda è stato il ruolo dei sindacati concertativi: “in questo momento il vostro migliore alleato è la Fiom”. In uno slancio di sano realismo Vendola riconosce quello che la realtà aveva già ampiamente mostrato dopo gli anni di finanziamenti padronali al circolo del dopolavoro gestito dal sindacato complice e dopo gli scioperi incentivati dal padrone contro la magistratura e a difesa della fabbrica e degli interessi di Riva, senza prima aver mai scioperato un’ora per le condizioni di lavoro e di salute all’interno dello stabilimento. Un opportunismo che si può nascondere e travestire, ma che dimostra sempre e comunque il proprio carattere anti – operaio. Perché o si fa il Presidente della Regione o si fa il comunista; o si ci dedica all’attività sindacale in difesa dell’interesse operaio o si finisce nella rete della concertazione e della collusione. Non esistono vie di mezzo, non esistono compromessi che tengono. Questa la lezione. Una lezione che viene, poi, ulteriormente confermata da un’altra intercettazione telefonica, dove il sempre attivissimo Archinà, colloquia amabilmente con Daniela Fumarola, della segreteria provinciale della Fim – Cisl, in merito alla formazione del nuovo gruppo dirigente della Fim tarantina. E dove la Fumarola chiede quali preferenze abbia l’azienda sul nominare (naturalmente sempre dall’alto) un delegato rispetto un altro. Perchè è l’azienda che deve decidere con chi poi dovrà far finta di trattare! Quelle stesse dinamiche denunciate dal Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti di Taranto che noi abbiamo appoggiato (attraverso volantini, opuscoli, e iniziative pubbliche) e che si è opposto al ricatto occupazionale e alla difesa del posto di lavoro, strumenti questi che condannano all’eterna subalternità dei lavoratori e delle loro famiglie agli interessi dei padroni, in questo caso della famiglia Riva, dei politici e dei sindacati suoi servi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Lavoro & Capitale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A proposito delle intercettazioni sull’Ilva di Taranto…

  1. gristleism7@libero.it ha detto:

    grazie non avevo dubbi 🙂 Oscar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...