Università: ora anche la tassa regionale aumenta…

La questione delle tasse universitarie sembra essere in continua evoluzione. Non solo la crisi impone allo Stato di batter cassa anche nel contesto universitario, scaricando le contraddizioni sugli strati economicamente più deboli degli studenti e sulle loro famiglie, ma il Governo Monti si é dimostrato assai solerte nel voler rendere il più veloce possibile l’applicazione della Riforma Gelmini. Entriamo, dunque, in una fase i cui non solo assistiamo ad una situazione in cui almeno 33 Atenei per l’anno 2009/2010, e probabilmente per quello 2010/2011, hanno imposto un livello di contribuzione studentesca al di sopra del tetto massimo fissato per legge (il 20% dell’FFO); ma non contenti i “tecnici” con la silenziosa approvazione di due decreti attuativi della Riforma Gelmini hanno dato la possibili alle Regioni di aumentare la tassa regionale al diritto di studio, diminuendo le fasce, fissando i minimali e ponendo un massimale di 200 euro!
A fronte di ciò abbiamo iniziato una campagna informativa tra gli studenti, volta a rendere di pubblico dominio, sia la questione delle rette “fuorilegge”, sia denunciando il probabile aumento della tassa regionale al diritto di studio.
Denunciare non basta, come non é sufficiente attestarsi solo sulla questione delle tasse, quando le nostre facoltà, e Scienze Politiche in questo ne é esempio eclatante, scontano continui disservizi, mancanze e un generale processo di dequalificazione, che paghiamo in termini di formazione, didattica e possibilità d’inserimento nel mercato del lavoro.
Anche per questo abbiamo indetto per Giovedì 12 Aprile, alle ore 12, un’assemblea studentesca presso l’Albergo dei Poveri, per iniziare a discutere collettivamente di tutto ciò, chiarendoci anche i passi pratici da fare. Consapevoli delle difficoltà che abbiamo davanti, ma anche consci che l’unica battaglia persa é quella non combattuta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...